Nella prima ondata sono state le vittime predestinate di una cattiva gestione della pandemia, ora gli ospiti delle Rsa sono condannati all’isolamento forzato. Mente tutto riparte e la sicurezza sanitaria viene garantita ufficialmente dalla campagna vaccinale che ha toccato sia gli ospiti sia gli operatori sanitari, cadono nel vuoto i continui appelli delle famiglie a riaprire le porte delle Rsa. Gli ospiti stanno velocemente peggiorando a causa della costrizione di dover vivere lontano dal mondo e dai propri cari. Le Rsa chiedono linee guida certe ma hanno timore di nuovi  focolai, e gli appelli arrivano in Regione Lombardia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata