Sono passati sei anni e sono arrivate le condanne per gli imputati nel processo scaturito dall’operazione “Balcania tech”  con cui i carabinieri della Compagnia di Cremona avevano arrestato nel 2015 di una banda di moldavi dedita a rapine ai danni di grosse catene di elettronica , come Trony e Mediaworld, sparse in varie province del centro-nord Italia. Tra il settembre 2013 e il febbraio 2014 sono stati oltre una decina i colpi messi a segno dalla banda, molto ben organizzata e che utilizzava vetture rubate. Nel mirino anche l’Iper di Gadesco, in due diversi furti: il primo in particolare, nel settembre 2013, ha attivato le indagini del nucleo investigativo dell’Arma. Le accuse sono per i membri della banda sono diverse, associazione a delinquere, furti  e ricettazione. Nella banda anche tre donne che si occupavano dell’aspetto organizzativo. Otto le condanne emesse dal tribunale di Cremona, mentre tre sono state le assoluzioni. E’ stata riconosciuta anche l’associazione per delinquere. La pena più alta è andata all’uomo di spicco della banda, già indentificato in Vasile Savin, condannato a 7 anni , a fronte di una richiesta di carcerazionie, avanzata dal  pm, di 11 anni e sei mesi. Gli altri componenti della banda sono stati condannati a pene che vanno da un anno e 4 mesi a 5 anni e 2 mesi. I tre assolti secondo i pm avrebbero dovuto scontare pene di circa 7 anni ciascuno. La banda aveva collezionato  furti in gran part d’Italia, in particolare il bottino era costituito da  disositivi tecnologici  rubati in negozi dei centri commerciali. Originariamente erano 21 i soggetti, finiti nella rete dei carabinieri dopo una accurata e lunga indagine fatta di intercettazioni e appostamenti. A far partire le indagini proprio i due colpi essi a segno ai danni di due negozi di Gadesco, a Cremona. qui in un colpo erano entrati in azione 8 uomini e avevano trafugato materiale per un valore complessivo di 94500 euro. Difficile per i militari intercettare i responsabili, ben rorganizzati e  attenti a non lasciare tracce su telefoni e piattaforme online.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata