Ancora in prima linea nell’assicurare giustizia in ambito ambientale: l’avvocato Alessio Romanelli si aggiudica un’altra vittoria dopo aver sostenuto, insieme ad altri avvocati di parte civile, con esito positivo, in Cassazione le ragioni dei soci Bissolati, Flora e Dopolavoro Ferroviario sul caso Tamoil. Ora Romanelli trova il consenso anche della suprema corte sul caso del 2018 con al centro rifiuti illeciti  abbandonati nel Nord Italia. Un’indagine partita da Corteolona nel pavese che ha visto ora la conferma delle condanne con rito abbreviato della corte di cassazione per Vincenzo Divino, 3 anni e sei mesi di reclusione e Alessandro Del Gaizo, 2 anni di reclusione per i reati di incendio doloso e traffico illecito di rifiuti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata