“Tariffa puntuale” sarà un sistema che calcolerà la spesa di ogni utente in base all’effettiva produzione di rifiuti. Non si baserà più quindi solo sui metri quadrati dell’immobile, ma anche su quanti rifiuti indifferenziati saranno prodotti. Le persone pagheranno quindi per quanti sacchi di indifferenziato utilizzeranno, il tutto sarà monitorato da un chip all’interno dei sacchi, che le stesse persone dovranno andare a prendere. Abbiamo deciso di fare un’inchiesta per sapere cosa ne pensano i cittadini di questa nuova modalità. La paura per molti cittadini è anche quella dell’aumento dell’abbandono dei rifiuti per non pagare del tutto la tassa.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata