Un incontro in comune tra amministrazione e Legambiente che non ha in realtà dato la possibilità di confronto verso una soluzione condivisa, dal momento che la decisione è presa. Il Polo logistico di San Felice a Cremona si farà, perché è ritenuto “strategico” per la città di Cremona. Così l’amministrazione ha messo la parola fine alla discussione con gli ambientalistiche volevano impedire nuovo consumo di suolo. Presente ieri anche la presidente regionale di Legambiente, proprio per la dimensione di un fenomeno che un po’ in tutta la Regione sta prendendo piede: l’espansione incontrollato del cemento dei poli logistici che spuntano come funghi trasformando terreni agricoli e viabilità.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata