Secondo sciopero per i lavoratori e le lavoratrici delle pulizie e sanificazioni negli ospedali di Cremona e Oglio Po. Oggi fuori dal Maggiore in presidio Si Cobas è tornato a denunciare  le condizioni peggiorative introdotte per i lavoratori assunti dalle tre società  subentrate a Coop service: Nigra, Universal Service e Fabbro Food. I lavoratori chiedono il rispetto delle condizioni contrattuali precedenti, pagamento degli straordinari e timbrature. Tutti e 118 i lavoratori sono stati messi a part time con un decurtamento dello stipendio, con paga base di 11083 euro per 40 ore, su turni definiti “illegali” e inquadramenti non corrispondenti alle mansioni svolte. Naufragato il tavolo prefettizio perché la parte datoriale non si è presentata, la battaglia prosegue. Le tre società nella rete hanno assunto lavoratori che , a parte la divisa, lavorano ora per l’una , ora per l’altra. Ora il sindacato di base chiede chiarezza e ha allertato l’ispettorato del lavoro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata