Anche a Cremona si fanno sentire le criticità dell’insediamento di aree della logistica. Il progetto per San Felice trova l’opposizione degli ambientalisti denunciano un inutile  consumo di suolo, secondo un piano di sviluppo del territorio che rivela tante problematicità e logiche da ribaltare, come quelle del cemento e dell’incremento del trasporto su gomma. Ora Regione Lombardia ha approvato un ordine del giorno con cui l’amministrazione si impegna a cambiare le regole per la definizione di nuove autorizzazioni e insediamenti, dal momento che queste aree stanno invadendo la regione e spesso, con dimensioni sproporzionate, anche i piccoli comuni. La priorità sarà data al recupero dell’esistente e ad una valutazione complessiva sovracomunale. Ci auguriamo che la valutazione sovracomunale incontri come priporitario il criterio del contrasto al consumo di suolo e al benessere ambientale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata