Sembra fosse già stato denunciato ben tre volte dall’ex fidanzata e dalla madre di lei, Patrick Mallardo. Aveva picchiato Maria Teresa Dromì ed insultato la madre Morena Gallizzi. Nessuno lo ha mai fermato, neanche la notte tra il 4 e il 5 di maggio, nell’ex mulino di Via Volturno a Parma, mentre con 24 coltellate toglieva la vita a Daniele Tanzi di soli 18 anni. I tre giovani frequentavano la stessa compagnia e secondo le dichiarazioni di Maria Teresa durante il pomeriggio del 4 maggio pare avessero avviato una discussione al Parco Ducale, ma Daniele e Patrick erano stati divisi dagli amici e si erano apparentemente lasciato tutto alle spalle. Per questo Maria Teresa gli aveva chiesto di andare al vecchio mulino con loro, per poi ritirare l’invito. Ecco perché era certo di trovarli all’interno del vecchio edificio quella notte, mentre vi si recava probabilmente armato di coltello da cucina e con alcuni abiti di ricambio, ritrovati poi in un canale. Il delitto sembra essere scaturito dalla gelosia di Patrick nei confronti di Maria Teresa, sua ex fidanzata ed attuale ragazza di Daniele Tanzi. Le prime foto di Patrick e Mariateresa risalgono al 2018, ma dopo averla picchiata la parrucchiera di Parma, aveva deciso di lasciarlo intorno allo scorso Natale nonostante lui non riuscisse ad accettarlo. Poi, dall’8 gennaio 2021, un nuovo inizio con Daniele Tanzi che sembrava darle serenità. Una vita travagliata quella della giovane che dopo un periodo in comunità, secondo la madre, sembrava stare meglio. Daniele Tanzi si era trasferito da Foggia a Casalmaggiore con i suoi genitori il papà Antonio operaio, la mamma Antonella casalinga e i due fratelli minorenni che frequentano la terza e la quinta elementare. Aveva terminato gli studi come operatore meccanico ed era in cerca di lavoro. I docenti lo descrivono come educato e rispettoso. Patrick Mallardo, si era iscritto ad un istituto professionale di Reggio Emilia. È stato proprio lui, che ora si trova nel carcere di Parma, a chiamare i soccorsi per ben due volte, forse davanti al corpo del giovane Daniele, sul divano, tra le rovine di un mulino abbandonato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata