Chiedono verità e giustizia. Chiedono di potenziare i servizi sanitari territoriali e di poter visitare liberamente i propri cari ricoverati nella case di riposo. Sono scesi in piazza Enzo Re a Bologna in 400 questa mattina dalle 10 alle 13 i manifestanti che hanno aderito alla giornata indetta dal Coordinamento per il diritto alla salute per le persone anziane malate e non autosufficienti per chiedere al premier il potenziamento dei servizi sanitari territoriali, la garanzia di un contributo economico, la riorganizzazione delle cure sanitarie nelle rsa. Anche il comitato cremasco ha partecipato alla carovana di questa mattina, ricordando che durante la pandemia sono morti 1216 anziani ospiti nelle Rsa cremonesi. Le associazioni propongono che una parte risorse del Recovery Plann vengano destinate ai servizi dedicati alle persone anziane. Ma in questo momento la richiesta più importante è quella di poter tornare alla normalità.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata