Cremona. Nonostante i cambiamenti climatici l’Italia resta un paese piovoso con circa 300 miliardi di metri cubi d’acqua che cadono annualmente, ma per le carenze infrastrutturali se ne trattiene solo l’11% creando danni stimati che ammontano a circa un 1miliardo di euro ogni anno su tutto il territorio nazionale, un impatto fortemente negativo per l’agricoltura italiana, che non può di certo permettersi. Fortunatamente sul territorio cremonese la situazione, per ora, sembrerebbe non ancora così drastica, anche se bisogna comunque prestare la massima attenzione, in quanto il periodo più caldo arriverà a breve.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata