Sono numerosi i dubbi sollevati dalla decisione del governo di consentire la libertà di scelta agli under 60 che hanno ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca circa quello da utilizzare per il richiamo. Al momento della somministrazione dovrà essere firmato un modulo in cui si rifiuta la vaccinazione eterologa a favore di quella con il farmaco anglo-svedese. Ad esprimere la propria preoccupazione sono i medici che lamentano incertezze nelle misure guida con cui è stato proposto Astrazeneca e sulle reali condizioni di salute di chi si sottopone alla vaccinazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata