Milano. L’obiettivo è approvare la revisione della legge 23 prima della fine dell’anno. Ad annunciarlo la vicepresidente e assessore al welfare della Lombardia, Letizia Moratti. Tra i punti che Regione ha deciso di prendere in considerazione nella revisione della legge 23, la sanità territoriale e la digitalizzazione. Ma secondo il Pd in consiglio regionale si parte con il piede sbagliato: secondo l’opposizione dopo sei mesi di attesa, in commissione sanità arrivano solo delle generiche linee guida che non fanno altro che recepire le osservazioni del governo e le indicazioni del Piano nazionale ripresa e resilienza, senza una chiara idea di fondo che sia bussola del necessario cambiamento.

Barbara Appiani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata