Piacenza. Secondo gli ultimi dati Ispra, che riportano una perdita di 425 ettari tra il 2019 e il 2020, emerge come, in media, ogni abitante dell’Emilia-Romagna abbia perso un metro quadrato di campagna. Non solo: allargando l’analisi al triennio 2017-2020, si evince come, in questi tre anni, i metri quadrati di campagna consumati per cittadino siano più di 3, per un totale di circa 1500 ettari totali. Uno scenario più che preoccupante, che ha fatto scattare il campanello d’allarme nel Piacentino. Sono diversi i progetti che riguardano la logistica nel territorio piacentino, da Caorso a Fiorenzuola. Per questo diventa necessario intervenire in maniera decisa, per non compromettere ulteriormente una zona già sofferente e sfruttata a causa dei nuovi insediamenti: in soli tre anni si sia già compromesso un quantitativo pari al 20% dell’intero limite regionale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata