(Cr) Sequestrati beni mobili ed immobili per 72 milioni

Cremona. Si è conclusa l’operazione DOPPIO CLICK partita nel 2019. Nell’ambito dell’operazione, diretta dalle fiamme gialle di Cremona e i colleghi delle varie province italiane, oltre che di quattro paesi europei, sono stati sequestrati beni mobili e immobili per un valore di 72 milioni di euro. Complessivamente si tratta di 127 tra immobili e terreni, 28 beni mobili tra cui imbarcazioni di pregio, autovetture di grosse cilindrate, gioielli, diamanti, Rolex, Ville e 750 rapporti bancari e finanziari riconducibili a 43 persone fisiche e giuridiche coinvolte nella frode. Il meccanismo era ramificato si basava, da una parte, sulla pubblicazione di siti internet attraverso i quali venivano posti in vendita prodotti di vario genere e natura a prezzi di assoluta convenienza, ma che in realtà non esistevano. Dall’altra, venivano emesse fattura false di pubblicità nei confronti di altri soggetti, le quali hanno portato ad un evasione fiscale di oltre 44 milioni di euro. 15 le persone denunciate per frode fiscale, al vertice l’imprenditore cremonese Marco Melega, già noto alle forze dell’ordine in quanto arrestato nel 2019 per truffe online.

Giuseppe Fusco