Marciapiede sconnesso nei pressi dell’asilo in Via Zambellini, che obbliga a camminare con cautela i bambini e gli anziani. Non è l’unica segnalazione che i residenti del quartiere di Castelnuovo a Crema fanno da tempo. La più grave, forse, è quella che riguarda una serie di barriere architettoniche che impediscono il libero movimento di persone con disabilità che necessitano dell’uso di una carrozzina. Da tempo a Crema si discute della necessità di costruire un nuovo asilo per sostituire lo spazio occupato in affitto in Via Dante. La proposta della giunta era quella di edificare in Via Desti, all’interno di un’area verde molto frequentata da famiglie e bambini, nonché in un punto poco agibile per via del traffico cittadino e della mancanza di parcheggi. L’ex deposito ANAS è stato indicato dai residenti come controproposta, visto che lo spazio, già pavimentato, è ampio e inutilizzato da decenni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata