L’inchiesta bresciana sull’utilizzo dei fanghi e gessi da defecazione non depurati prodotti dall’azienda WTE è arrivata anche nel territorio milanese. Sono due le aziende finite nel mirino della Procura che hanno sede nella campagna di Parabiago e più precisamente nel Parco del Roccolo. Oltre al gravissimo danno ambientale, la preoccupazione dell’amministrazione comunale e della popolazione è che, per mesi, queste realtà hanno rifornito i panifici della zona con le loro farine. Il Comune si è attivato con provvedimenti urgenti volti a limitare i danni in attesa che le indagini chiariscano se le aziende coinvolte fossero a conoscenza che la WTE consegnava gessi contaminati anche da acido solforico al posto di fanghi e che quindi siano state compiacenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata