BRESCIA: PRESIDIO H24 CONTRO IL DEPURATORE DEL GARDA

Protestano da dieci giorni h24, anche di notte con un presidio pacifico accanto all’ingresso principale della Prefettura, ai margini di piazza Duomo a Brescia in Piazza Paolo VI. Sono gli attivisti dei Comitati e i cittadini che si battono per contrastare la realizzazione dell’impattante progetto del nuovo depuratore del Garda, che prevede la realizzazione di due impianti a Gavardo e Montichiari e scarico sul Chiese che costerebbe 220 milioni di euro con relativo consumo di terra vergine e scarico nel fiume già fragile.  Le iniziative che hanno l’obiettivo di sensibilizzare sul tema la cittadinanza sono organizzate dalla Federazione del Tavolo delle Associazioni ambientaliste, tra cui Basta Veleni e Le mamme del Chiese. Le possibilità per soluzioni diverse, più economiche e migliori esistono. Non sono contro i depuratori, gli attivisti chiedono che le scelte vengano fatte in funzione del territorio secondo la legge. Chiedono soprattutto di essere ascoltati e di poter essere ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.