Nel nostro Paese è ancora in corso l’emergenza sanitaria e gli effetti di un anno e mezzo di difficoltà, tra lockdown e chiusure per settori, fanno emergere dai preoccupanti in tema di lavoro. A Cremona e provincia, una tra le zone che più hanno pagato pegno al Coronavirus, a soffrire pesantemente è il commercio. I dati camerali del 2020 e del primo trimestre del 2021 parlano di 109 attività che non hanno più rialzato le serrande. Ma i numeri potrebbero rivelarsi ancora peggiori. Difficile, ad oggi,  fare una classificazione su quali siano le tipologie di attività più colpite ma è facile intuire che il settore della ricezione e del turismo, a Cremona, siano stati fortemente penalizzati.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata