Cremona. Scritte sui muri e piccoli rifiuti lanciati dalle finestre. Alcuni dei residenti delle case popolari in via Borroni a Cremona sono stanchi di segnalare questo problema, che però non è il più grave. Basta guardare infatti l’area adibita alla raccolta dei rifiuti del complesso abitativo per capire che qualcosa non funziona. Materassi, scrivanie buttate per intero con ancora il computer appoggiato, vestiti ed elettrodomestici. Una montagna che qualcuno ha tentato di scoraggiare con l’avviso ‘’ Non è una discarica, siete sorvegliati. Attenzione.’ Nessuno, nonostante le segnalazioni, si è preoccupato di verificare e risolvere la situazione. Chi ha deciso di esporsi di più per risolvere il problema, ha ricevuto minacce e danni alle proprie automobili, tanto da non voler rilasciare alcuna dichiarazione in video per paura di ulteriori ritorsioni.

Sara Polgati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata