Nonostante la ripresa da parte dei commercianti, non si placano le difficoltà attribuite alle spese fisse e variabili, Affitti arretrati da pagare, Bollette rateizzate, fornitori da saldare, prestiti alle banche con interessi elevati e soprattutto tasse arretrate che bisognerà pagare. A tutto questo si aggiunge l’incertezza del futuro con l’incubo di nuove chiusure. C’è chi nonostante abbia ripreso a lavorare necessita di un aiuto economico bancario. Mentre ci sono commercianti che si sono rifiutati di accendere un prestito bancario per le condizioni dettate dalle banche.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata