Il certificato verde, che attesta l’avvenuta vaccinazione, sarà necessario per le consumazioni al tavolo al chiuso in ristoranti e bar. L’ alternativa è quella di presentare il risultato di un tampone negativo, valido però solo 48 ore, o un certificato che attesti la guarigione dal covid 19 negli ultimi 6 mesi. Non sarà invece necessario per il servizio al bancone. Opinioni discordanti tra i cremonesi, sia tra i gestori che secondo quanto dichiarato nel decreto “sono tenuti a verificare che l’accesso ai predetti servizi avvenga nel rispetto delle prescrizioni”, controllando attraverso un’applicazione del ministero della salute la validità del pass, sia tra i clienti delle attività. Per chi viola le regole o non effettua i controlli sarebbe prevista una sanzione da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente che del cliente. Nel caso in cui le violazioni si dovessero ripetere in 3 giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata