Piacenza. Pneumatici, fusti di olio esausto e materiali pericolosi ad inquinare il territorio piacentino, salvato in questo caso dalle fiamme gialle. È stata sequestrata dai finanzieri del comando provinciale di Piacenza, un’area di circa 1600 metri quadrati, adibita a discarica illegale di rifiuti pericolosi, dopo un controllo in materia di prezzi del carburante effettuato nei confronti di un distributore di prodotti petroliferi sito in provincia. Giunti sul posto, i militari del Gruppo di Piacenza hanno subito notato come l’area esterna del distributore fosse stata trasformata in una discarica a cielo aperto in evidente stato di abbandono, con più di 400 pneumatici accatastati alla rinfusa, fusti pieni d’olio esausto, materiale ferroso, 8 carcasse di auto dismesse ed altri rifiuti speciali cosparsi sul terreno, materiale inquinante e altamente nocivo per la salute. Il titolare della struttura è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Piacenza per il reato di “attività di gestione di rifiuti non autorizzata” oltre che per il mancato rispetto agli obblighi di comunicazione periodica dei prezzi del carburante al Ministero dello Sviluppo Economico previsti dalla legge. Sarà lui stesso a dover effettuare e le operazioni di rimozione, di recupero e di smaltimento dei rifiuti, nonché di bonifica dell’area.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata