Terapia intensiva, Infettivi e Medicina interna sono i reparti che più hanno beneficiato, a Cremona, delle trasfusioni di plasma iperimmune su pazienti Covid. Un uso reso possibile dalle oltre 300 sacche del Centro dell’Asst di Cremona, che rappresenta uno dei 13 a livello regionale per l’attività di raccolta. Grazie ad un bando europeo sono in arrivo da Regione Lombardia 2 milioni e 250mila euro, rimborso per ogni unità di plasma raccolto nei progetti partiti nel 2020. Mentre si fa strada il timore che il plasma possa essere destinato alla produzione dei farmaci monoclonali, con minore efficacia rispetto alla trasfusione su paziente infetto, il primario del Centro Trasfusionale, Massimo Crotti, rassicura sul suo utilizzo e sul prosequio dell’attività dell’Asst.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata