Cremona. Il silenzio della natura in una città assolata e priva di ossigeno. Questo quanto resta dopo giorni di abbattimenti selvaggi di alberi di ogni tipo. Ippocastani, tigli, specie arboree di ogni tipo hanno abbandonato la città di Cremona. Anche oggi il frastuono delle motoseghe ha annunciato nuovi tagli. Restano da chiarire le motivazioni di questo abbattimento, tra le ipotesi la cementificazione, la creazione di posteggi o piste ciclabili, oppure ancora, come sostenuto dal consigliere comunale Marcello Ventura, la garanzia di una migliore connessione 5g. Nel frattempo, mentre i tronchi toccano terra, dall’amministrazione comunale arriva la disponibilità di porre quesiti sull’argomento la prossima settimana.

Sara Polgati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata