Cremona A poche ore dalla prima campanella la situazione nel cremonese, spiegano dalla Cisl scuola, è critica. Ad impensierire i sindacati di Cremona è soprattutto la mancanza di docenti di sostegno: la carenza ammonta al 20%. Sul fronte docente le graduatorie provinciali, dicono dalla Cisl Scuola non hanno dato i risultati sperati e non sono mancate rinunce all’ultimo minuto di supplenze. Tuttavia il nuovo anno, spiega il dirigente facente funzioni dell’ufficio scolastico Franco Gallo, impegnato anche questa mattina in un nuovo round di nomine partirebbe con presupposti, almeno su questo fronte, migliori rispetto al passato. Resta però il nodo trasporti. Nel vertice che si è tenuto nei giorni scorsi si è parlato della necessità di avere almeno 10 giorni di sperimentazione. Si punta ad evitare il doppio turno in ingresso e uscita dagli istituti. Lunedì 13 settembre saranno in campo uomini e mezzi del trasporto pubblico locale e sulla città sarà garantito il doppio passaggio alle fermate degli autobus. Per alcuni istituti però sarà inevitabile far accedere i ragazzi con un orario differenziato, a decidere chi dovrà ricorrere al doppio ingresso saranno le scuole stesse in base alle proprie esigenze e in accordo con il Provveditorato. All’istituto superiore aselli  di Cremona tutto è pronto per la ripresa, seppur con qualche criticità.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata