“Che aria tira a Cremona?” è una domanda lecita dopo la notizia di giugno che ha indicato Cremona come la seconda città più inquinata d’Europa. A porsela sono gli ambientalisti locali riunitisi mercoledì sera in forma virtuale per discutere sulle cause e sulle istanze da portare alla politica. Lo studio dell’Agenzia Ambientale Europea denuncia infatti che a Cremona le emissioni superano i livelli indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Con i suoi oltre 25 microgrammi di inquinamento per metro cubo d’aria la città del Torrazzo si aggiudica la maglia nera. Secondo i relatori dell’incontro le cause sono riconducibili all’alta concentrazione di industrie, all’agricoltura, all’impianto di smaltimento rifiuti, all’inceneritore mai spento. Ad aggravare la situazione la mancanza di uno studio epidemiologico.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata