Mentre Cremona si vivacizza con concerti e appuntamenti artistici, organizzati dal Comune e dal teatro Ponchielli, non tutti riescono a godere delle iniziative messe in campo. Alcune attività che hanno dovuto chiudere per consentire lo svolgimento dei concerti pensano ora di rivalersi con il comune per i mancati introiti, mentre a fronte di iniziative destinate ad un pubblico pagante e concentrate nel centro storico, baristi esercenti e ristoratori in altre zone della città vedono sfumare progetti e iniziative, anche a causa delle difficoltà economiche conseguenti al difficile periodo covid. E’ il caso per esempio della festa di via xx Settembre, sfumata anche quest0’anno. L’appello alla giunta è di promuovere, sostenere e autorizzare iniziative anche private in altre vie e zone della città, per contribuire, oltre alla vitalità della città anche alla ripresa di tante attività, ancora penalizzate.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata