Fuorilegge davanti all’Europa per la qualità dell’aria, il Bacino Padano con le 4 regioni più inquinate d’Italia – Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna-   attraverso gli assessori regionali lanciano un appello al governo. Il Pnrr non ha speso misure né fondi per il contrasto al problema e la condanna della Corte di Giustizia Europea mostra la fragilità delle politiche messe in campo, anche a livello locale, nonostante i passi avanti fatti negli ultimi anni sul contrasto alle emissioni.  In alcune aree, come la provincia di Cremona, la situazione ambientale rimane assai critica, con una posizione da podio per le polveri sottili. Ma serve l’impegno a tutti i livelli, secondo Legambiente, chiamata a tavoli semestrali per fare pressione sul governo verso nuove e più strutturali azioni. L’appello va anche a enti locali e ai singoli cittadini, chiamati ad adottare uno stile di vita compatibile con l’emergenza climatica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata