Cremona Aumentano le denunce di furti e rapine a Cremona che registra un +15% nel semestre 2020 2021. E’ quanto rileva il report del “Sole 24 ore” che piazza la citta del Torrazzo all’88esima posizione su 106 province. Complessivamente le denunce di reati sono state 7871 così come si evince dai dati del dipartimento di pubblica sicurezza del ministero dell’interno. L’indice di reati si attesta a 2196 ogni 100 mila abitanti. Se consideriamo il 2019 rispetto al 2020 si evidenzia un calo del 16,7% probabilmente da attribuire alla chiusura per la pandemia. Ma se confrontiamo i semestri, vale a dire il primo del 2020 e quello del 2021 si nota un aumento di denunce per rapine e furti del 15 %. Due gli omicidi che si sono registrati che collocano Cremona alla 33esima posizione. La fotografia del “Sole 24” ore rispecchia quello che sta avvenando negli ultimi giorni con un aumento anche di truffe rivolte agli anziani. Sedicenti operatori telefonici e di gas e luce, in questo ultimo periodo, si presentano al campanello di abitazioni di persone anziane e riescono ad introdursi all’interno. Ai proprietari chiedono il numero della carta di credito oppure si dicono tecnici di gas e luce e con banali pretesti, come accaduto al Cambonino recentemente, riescono a trafugare oggetti preziosi, monili, gioielli e in alcuni casi anche contanti. Le denunce nei primi sei mesi 2021 segnano un +7,5% sul 2020 (-17% ancora sul 2019) con più scippi, furti di auto e moto, meno nelle case. Dopo la brusca flessione nei mesi di lockdown, anche ladri e rapinatori sembrano tornare in azione. Se i numeri sembrano ancora ridotti rispetto al 2019, tornano a salire i furti con strappo del 35%, e quelli di motocicli e di autovetture del 16%.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata