Ricostruire le eventuali responsabilità e quantificare i possibili danni erariali causati dal non rispetto delle normative comunitarie in termini di trasparenza e pubblicazione della gara. Sono queste le motivazioni che hanno spinto il Movimento Cinque Stelle a preparare un esposto ad Anac, Autorità Anticorruzione e Corte dei Conti, circa la fusione societaria di LGH e A2A avvenuta sei anni fa. Da qui un accorato appello ai sindaci del cremonese e del cremasco e ai cittadini. Un campanello d’allarme che non può rimanere inascoltato dal momento che Cremona è la seconda città più inquinata d’Europa in cui uno studio epidemiologico non è ancora stato concluso e, nonostante le promesse elettorali del sindaco Galimberti, l’inceneritore è ancora operativo. Lo spegnimento, per ora, pare essere slittato al 2028.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata