Il consumo di carne e derivati non deve più essere incoraggiato dall’Unione europea. Lo chiedono i cittadini e oltre 50 associazioni tra cui “Essere animali”. La Commissione Europea ha speso il 32% del budget destinato alla promozione dei prodotti agricoli per campagne pubblicitarie a favore della carne. Un ulteriore 28 % poi è stato utilizzato per spot sui cosiddetti “panieri” misti di prodotti, che nella quasi totalità dei casi includono anche carne e latticini. Tradotte in cifre, queste percentuali corrispondono a circa 467 milioni dei 776,7 milioni di euro totali. Si tratta di campagne pubblicitarie che favoriscono il consumo insostenibile e che, spiega l’associazione “Essere animali”, devono essere fermate.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata