Cremona. Un accorpamento a livello istituzionale che non dovrebbe comportare significativi spostamenti del personale, quello dei carabinieri forestali di Cremona alla stazione di Mantova. I sindacati si sono espressi contrari a questo accorpamento temendo una vera soppressione di presidi territoriali con l’obiettivo di razionalizzazione dei costi per favorire il mantenimento delle strutture demaniali, con conseguenti ripercussioni sul personale di tipo logistico, sia sul ruolo lavorativo. A rispondere a questi dubbi è il colonnello Alberto Ricci, comandante dei Carabinieri Forestali di Cremona e Mantova.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata