Resta amarezza tra gli ambientalisti di Caorso per la decisione della giunta comunale di Monticelli d’Ongina di dare il via libera alla realizzazione di un polo intermodale per la logistica, che comprende la realizzazione di porto fluviale commerciale per l’interscambio, insieme ad uno scalo ferroviario che sorgerà nei pressi del casello autostradale di Caorso. Il porto, che dovrebbe essere realizzato vicino alla foce del Chiavenna, a San Nazzaro, fa parte di un progetto che stravolgerà il territorio, in particolare sul grande fiume, mentre gli obbiettivi da raggiungere sarebbero meglio individuati nel turismo ecosostenibile e nella valorizzazione del patrimonio ambientale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata