Le centraline arpa per il rilievo dei rumori a Spinadesco erano state posizionate in punti non adeguati al rilevamento. Grazie ad una continua pressione alle istituzioni competenti i residenti sono riusciti ad ottenere dall’agenzia il riposizionamento dei rilevatori dentro le case di alcuni residenti che si sono offerti di ospitarle, per dimostrare il proprio disagio. Il monitoraggio, che è stato condotto nelle scorse settimane in orario notturno, ha confermato il forte livello di rumori che raggiungono le abitazioni ad ogni ora. In attesa del documento finale contenente la relazione ufficiale dei campionamenti, i residenti chiedono che gli enti locali si muovano per trovare delle soluzioni. Anche sul fronte dell’inquinamento la questione ambientale di Cremona ha recentemente conquistato le pagine dell’Espresso, che ha ben rimarcato l’assenza di misure adeguate per limitare le emissioni, nonostante la gravità della situazione, così come ancora manca lo studio epidemiologico. L’esaustivo titolo dell’Articolo “polveri sotto il tappeto”, lascia aperto l’interrogativo sulla responsabilità dielle istituzioni e della politica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata