Cremona. Confusione, dimenticanze o gesti di inciviltà e di abbandono dei rifiuti per pagare di meno. Alcuni dei timori espressi dai cittadini al momento della consegna dei sacchi stanno prendendo forma. La tariffa puntuale, ovvero il sistema di misurazione del rifiuto secco indifferenziato attraverso l’utilizzo di sacchi con TAG, ha preso piede il 1 settembre. Qualcuno definisce il metodo ancora poco chiaro. Mentre tra rifiuti abbandonati e la gestione di quantità di rifiuti che si accumulano in un sacco che negli appartamenti sono difficili da posizionare la misura scelta potrebbe risultare controproducente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata