L’inquinamento dell’aria aumenta ma manca la volontà politica di un serio monitoraggio e della presa in carico delle risposte per garantire la salute della popolazione. La negligenza è imputata dal Tavolo Basta Veleni di Brescia al comune, per il fatto di non predisporre, nonostante continue sollecitazioni dal basso,   centraline per un monitoraggio puntuale che rilevasse i reali livelli di inquinamento nell’aria. Inqueinamento che, così come risulta dai pochi e imprecisi dati ricavabili, è uno di peggiori d’Europa, con conseguenze evidenti sulla salute dei cittadini, a fronte di un’insufficiente sanità pubblica. Secondo i dati snocciolati dal Tavolo Basta Veleni, che accusa in un solo colpo tutte le amministrazioni dei comuni più inquinati, quindi anche Cremona, la spesa individuale pwer chi vive in queste aree tocca anche i 1000 euro in più rispetto alla media dei cittadini europei mentre l’aspettativa di vita dai 2 ai 6 anni in meno 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata