Brescia. Buona parte delle abitazioni di Brescia è servita dal teleriscaldamento alimentato dall’inceneritore e l’energia che arriva in quelle case è considerata un’energia che ha un costo quasi pari a zero. In pratica queste case sono automaticamente classificate nella massima classe energetica ma non possono usufruire dell’ecobonus, perché per poterlo utilizzare bisognerebbe fare un salto di due classi, pur essendo, queste abitazioni, un colabrodo dal punto di vista energetico perché senza coibentazioni e pur pagando bollette stratosferiche gli inquilini. Quindi le bollette sono elevate, le case dal punto di vista energetico sono pessime perché non sono state ristrutturate ma non possono essere sistemate perché non si può accedere all’ecobonus. Questo dunque dimostrerebbe che il sistema del teleriscaldamento legato all’inceneritore non è sostenibile.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata