Cremona. Un codice rosso che aveva reso necessario l’intervento perfino dei militari della caserma Col di Lana, oltre al corpo forestale ed i vigili del fuoco, l’esondazione del Po nel novembre del 2019. Dopo lo stop fortunatamente dello scorso anno, il novembre del 2021 dovrebbe prevedere piogge intense, che naturalmente danno da pensare a chi vive lungo il fiume più lungo d’Italia o gestisce attività sul posto. Nessuna allerta particolare per ora, ma anche nessuna precauzione, che potrebbe essere presa per evitare i danni ingenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata