Cremona. La bellezza aiuta ad andare avanti, cura perché l’arte parla al cuore: il nuovo museo diocesano di Cremona, realizzato all’interno del Palazzo Episcopale, la casa del Vescovo, vuole essere un punto di riferimento per tutte le opere importanti del territorio da valorizzare, come la tavola di Sant’Agata, il capolavoro che proviene dall’omonima parrocchia cittadina.  Oltre 1400 metri quadrati di superficie, che accolgono più di 120 opere, suddivise in 12 stanze che sono organizzate in un percorso non cronologico ma tematico: si parte dalle origini della Chiesa cremonese, si trova poi l’iconografia della Vergine Maria, i Crocifissi, i Santi, la sala del tesoro dei Visconti di Pizzighettone e la sala della Tavola di Sant’Agata, olre alle gallerie con collezione d’arte sacra. La creatività al servizio del territorio, conservazione e condivisione di opere, di tesori che potranno così essere ammirati da tutti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata