Cremona. Sono oltre 200 i pacchi di vestiti che Caritas Cremona ha donato ai nuovi detenuti, trasferiti periodicamente da altre carceri, sprovvisti degli indumenti necessari e che scontano la loro pena all’interno della casa circondariale di Cremona. Un progetto, quello di Caritas Cremona, che va avanti da circa cinque mesi. L’esigenza nasce a causa dei molteplici nuovi arrivi all’interno del carcere, soprattutto di soggetti stranieri, molto giovani e con gravi situazioni di disagi familiari e sociali. Don Codazzi, continua dicendo che la situazione all’interno delle carceri non è come da terzo mondo, ma che poco ci manca, in quanto non solo il carcere non fornisce nessun genere di indumento, ma nemmeno la classica divisa. Infatti all’interno dei pacchi forniti da Caritas Cremona, vi sono anche indumenti nuovi e non usati, come ad esempio, l’abbigliamento intimo e le scarpe che devono essere rigorosamente senza lacci. L’unica fornitura garantita dal carcere sono solo lenzuola e coperte. 

Giuseppe Fusco

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata