Cremona Tre posti a tempo determinato ed altri tre a seguito di mobilità volontaria, oltre ad una serie di professionisti che operino in libera professione. L’azienda sanitaria cremonese ha aperto tre procedure per reclutare personale medico che scarseggia ovunque ma in particolare nei pronto soccorso dei nosocomi di Cremona e Crema. E’ una situazione che sta generando difficoltà. Un quadro generalizzato in Lombardia e in Italia, frutto di politiche di tagli che hanno impoverito la sanità. In questo periodo poi si sta assistendo anche alla sospensione di medici che non si sono sottoposti al vaccino anticovid. Solo a Cremona sono ben 17 i camici bianchi che sono stati sospesi dall’incarico. Serve ora un impegno delle istituzioni per porre rimedio a questo grave problema.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata