Sarà possibile spandere fanghi nel 2022 solo in quei comuni in cui la produzione di effluenti da allevamento, dovuta al carico zootecnico, superi il limite fissato dalla Direttiva nitrati e dalla norma regionale di settore  e bisognerà invece privilegiare  i concimi naturali. A disporre questo divieto in Regione Lombardia è un decreto presentato dall’Assessore Fabio Rolfi, all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi.  Una svolta che riguarderà 174 comuni, di cui 61 in provincia di Brescia e 42 in provincia di Cremona. La gravità della situazione portata alla luce dal caso dei veleni della Wte, sparsi nei campi e finiti sulle tavole, ora riceve adeguata attenzione, anche se molto di più bisogna fare, secondo gli ambientalisti, data  la difficoltà di garantire il rispetto delle norme e vista  la sordità del ministro dell’ambiente rispetto a ripetuti appelli. 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata