Cremona. Sono venti le persone che sono risultate positive al covid-19 alla clinica “Figlie di San Camillo” di Cremona, questo nonostante la quasi totalità delle persone, tra pazienti e sanitari, fossero vaccinate con doppia dose. Subito sono scattate le misure di sicurezza, i nuovi ricoveri sono stati bloccati e sospeso l’80% delle attività ambulatoriali per cercare di circoscrivere il cluster. Inoltre dato che sia i pazienti che i parenti degli stessi sono sottoposti a tampone, la causa del focolaio, come ci spiega anche il Dottor Vezzosi, potrebbe essere attribuita al personale sanitario che essendo vaccinato non è soggetto a tampone.

Giuseppe Fusco

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata