Hanno cercato di arrivare alla verità i familiari di Angelo Faliva, scomparso 12 anni fa dalla nave su cui lavorava come cuoco, la Corall Princess, in viaggio da Aruba a Cartagena, in Colombia. Era il 25 novembre del 2009, quando si è assentato dalla cucina per sparire nel nulla intorno alle 20.15.  Un testimone aveva raccontato di averlo notato la mattina dopo, ancora in divisa. Secondo le prime indagini non era esclusa la possibilità che il giovane cuoco italiano si fosse gettato in mare con un salvagente che risultava mancante,  ipotesi subito fortemente scartata dai familiari.  A cercare con forza la verità in particolare in tanti anni è stata la sorella, Chiara, che aveva anche rinvenuto alcuni importanti elementi potenzialmente utili per le indagini. Ma come continua a denunciare, non è mai stato fatto nulla. E dopo la richiesta di archiviazione, il giallo rischia di non risolversi più.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata