Milano. Una non riforma, un processo non meritocratico e un forte sbilanciamento verso la privatizzazione. Sono solo tre dei punti su cui tornano le opposizioni in consiglio regionale sulla riforma della sanità lombarda di cui si sta discutendo al Pirellone in questi giorni. Il presidente di regione Attilio Fontana, a margine della presentazione di Eicma, ha commentato le richieste da parte delle opposizioni al Pirellone e ha precisato che proseguirà il dialogo con le minoranze e saranno valutate le loro proposte, purché non stravolgano il disegno della legge targata Moratti.

Barbara Appiani 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata