La Lombardia è sempre più cementificata ed inquinata ma all’interno del Documento Economico di Finanza di Regione gli obiettivi per la riduzione del consumo di suolo sono stati posticipati di cinque anni rispetto alla data stabilita nel 2018. Entro il 2025, infatti, era prevista una diminuzione del 20-25% in ogni provincia che ora slitterà al 2030. Una decisione che fa molto discutere. Cremona e provincia sono un esempio dell’avanzata del cemento con nuovi insediamenti industriali e commerciali nonché infrastrutture appena terminati o che vedranno la luce a breve. E da provincia virtuosa è salita sui gradini di un podio per nulla invidiabile.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata