Milano. I 5 Stelle hanno occupato il centro dell’Aula oggi in Regione e i banchi della presidenza e della Giunta, con fischietti e striscioni per protestare contro i tagli dei loro emendamenti alla riforma della sanità.  Dopo diversi richiami il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi ha proceduto a nove espulsioni, interrotto la seduta e chiamato la Digos per allontanare gli espulsi. I consiglieri espulsi saranno riammessi ai lavori da domani, come ha deciso l’ufficio di Presidenza del Pirellone. L’unico componente del gruppo che oggi ha continuato a partecipare al voto degli emendamenti alla riforma è stato il consigliere Dario Violi. Numerosi ordini del giorno presentati da Pd e 5 Stelle sono stati dichiarati inammissibili perché ‘seriali’: secondo il presidente del consiglio regionale erano simili, riproponevano sempre lo stesso impegno alla Giunta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata