Milano.

Multiutily cedute dai comuni senza una procedura di evidenza. E’ quanto denuncia il m5s in regione Lombardia che ha depositato un esposto presso la Guardia di Finanza dei comuni di cremona, Brescia, Lodi e Pavia al fine di supportare l’azione della Corte dei conti nell’ambito dello scandalo delle aziende per i servizi che i Comuni hanno ceduto, senza procedura di evidenza pubblica, ad A2A società quotata in borsa. Il gruppo pentastellato ha raccolto atti interrogando 186 comuni chiedendo copia delle delibere autorizzative. Di questi in 97 hanno risposto e di questi solamente in 20 hanno deliberato nel merito. L’intero materiale è adesso a disposizione della Guardia di Finanza  e della Corte dei conti. Il comune di Cremona avrebbe ricevuto anche oggi una pec dalla guardia di finanza con la richiesta di documentazione. In particolare sarebbero state chieste informazioni circa la procedura di due dirigenti comunali che hanno seguito la vicenda per conto dell’amministrazione.

Barbara Appiani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata