Cremona. Si spalancano le porte del carcere per il 59enne Giuseppe Garioni. Confermata la sentenza a 4 anni di reclusione con chiusura del caso. L’ex presidente del Torrazzo calcio e della onlus Cadash Viscontea, nonché dipendente dell’amministrazione provinciale e ex consigliere comunale per Lista civica Cremona futura, fu accusato di violenza sessuale aggravata su minori.  Tra il 2012 e il 2016, approfittando del suo ruolo, lui che era considerato “punto di riferimento” dei ragazzini, ne avrebbe abusato, accarezzandoli e toccandoli nelle parti intime negli spogliatoi , al campo del Cambonino, dopo l’allenamento, nel salotto di casa, dopo i compiti pomeridiani. In un caso si spinse addirittura oltre. Il ragazzo, all’epoca minorenne, è stato poi risarcito. Dei sei casi contestati con vittime ragazzi giovanissimi, molti dei quali con situazioni economicamente difficili alle spalle, il giudice aveva condannato Garioni per tre episodi, tutti consumati. La prima sentenza di condanna a 4 anni risale al 5 aprile 2018, ma diventa definitiva ora, dopo la decisione dei giudici della Suprema Corte di rigettare il ricorso e condannare l’imputato a pagare 3.000 euro alla cassa delle ammende.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata