Cremona/Crema Anche dicembre è un mese nero per i pendolari cremaschi e cremonesi. Solo ieri a Crema, il principale treno del mattino, utilizzato dai pendolari cremaschi che lavorano o studiano nel capoluogo regionale, è stato cancellato anche oggi. Si è così arrivati a quota quattro soppressioni in meno di venti giorni lavorativi, a cui va aggiunto un maxi-ritardo di 50 minuti. I pendolari hanno incontrato a Cremona nei giorni scorsi anche l’assessore regionale Claudia Terzi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata